Droni prezzi | Le 5 cose importanti da sapere

Drone prezzi Migliori Offerte Online

Prima di comprare un drone è opportuno documentarsi per scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze. Non è solo importante avere una panoramica dei droni prezzi presenti sul mercato, ma è opportuno fare anche altre valutazioni sulle caratteristiche tecniche dei droni in base a quello che noi vogliamo fare. In questo articolo approfondiamo le 5 cose da sapere sui droni:

  1. Patentino per droni
  2. Come pilotare un drone
  3. Quali tipi di drone ci sono
  4. Marche di droni
  5. Quanto costa un drone

Iniziamo insieme questo viaggio alla scoperta del mondo dei droni.

Patentino per droni

La nuova normativa per ottenere il patentino per droni è stata approvato il 11 nov 2019 e prevede una sostanziale classificazione della patente per droni in due tipologie:

  • Patente drone per piloti professionisti
  • Patentino drone per attività ricreative

Tratteremo entrambe le tipologie, soffermandoci maggiormente sulle normative per ottenere il patentino per droni ricreativi.

Patentino drone per piloti professionisti

Operazioni specializzate non critiche

A decorrere dall’1 marzo 2020 per ottenere la patente droni va effettuato un corso e superato un esame online su una piattaforma web di ENAC. Non vi è nessun obbligo di indissare per il pilota il giubbetto di Pilota APR di cui si parlerà in seguito.

Operazioni specializzate critiche

La patente per droni, da metà dicembre 2019 rende obbligatorio avere l’Attestato Basico che si ottiene frequentando un corso specifico presso un centro di addestramento preposto. L’esame è sia teorico, con 30 domande a cui rispondere e anche pratico.

Oltre al corso e al superamento dell’esame, vanno effettuati anche ulteriori adempimenti:

  • Sul sito D-Flight – Art.37 par.1 comma a va registrato il proprio drone
  • QR-Code sul proprio SAPR
  • Da luglio 2020 installare uno strumento di identificazione remota
  • Manuale di volo, Logbook e tutta la documentazione di volo
  • Giubbetto ad alta visibilità riportante la dicitura “Pilota di APR”
  • Polizza assicurativa per il mezzo SAPR
  • Attenersi alle regole dell’aria come previste dalla circolare ATM-09 ed indicate sul sito D-Flight

Patente per droni ricreativi

A partire dal 1 lug 2020 la situazione cambierà in quanto per ottenere la patente per droni sarà applicato, salvo proroghe, il regolamento europea EASA, ma nel frattempo ENAC ha ancora la gestione della materia. Pare che anche successivamente all’1 lug 2020, ENAC manterrà il presidio nazionale della definizione delle zone di volo e si occuperà della formazione dei piloti.

Patentino per droni ricreativi

Nel passato erano tutti classificati come “aeromodellisti”, ovvero soggetti abilitati al solo volo a vista al di sotto dei 70 mt di quota e 200 mt di raggio di colo dal pilota. Per gli aeromodellisti sono interdette le zone ATZ, CTR. A questa categoria, se ne aggiunge ora una nuova, quella dei piloti per droni ricreativi.

Secondo quanto citato dal regolamento ENAC ed.3 del 11/11/2019 Art.9 “Operazioni non critiche”, il patentino drone rientra tra queste casistiche. Non è possibile il sorvolo di aree sensibili, città e paesi e non è possibile il sorvolo di assembramenti di persone. Le distanze orizontali da rispettare sono i 150 mt da aree congestionate e i 50 mt da altre persone.

A tale scopo è opportuno dare chiare definizioni ad alcuni termini ed in particolare:

Definizione di Aree congestionate: “Aree congestionate: aree o agglomerati usati come zone residenziali, industriali, commerciali, sportive e in generale aree dove si possono avere assembramenti, anche temporanei, di persone.”

Definizione di Assembramento di persone:Raduni in cui le persone non sono in grado di disperdersi a causa della densità dei presenti.”

Per maggiori informazioni anche su limitazioni o regolamentazioni di alzune zone (permanenti o temporanee), si consiglia di consultare il sito www.d-flight.it .

Patentino drone uso ricreativo ricrativo: cosa cambia dal 1 lug 2020 negli obblighi

  • Registrazione sul portale D-flight
  • Assicurazione drone per uso ricreativo
  • Dispositivo di registrazione remota QR-Code
  • Attestato di competenza
  • Nuove limitazioni sulle distanze di volo (120 mt in altezza dal drone, salvo specifiche riduzioni fino ad arrivare a 25 metri dentro un ATZ e pilotaggio a vista orizzontale senza ausili)

Come pilotare un drone

Sapere come pilotare un drone è necessario sia per godersi appieno l’emozione di produrre filmati spettacolari in tutte le condizioni di utilizzo, ma anche e sopratutto per farli in piena sicurezza, propria e degli altri.
Per farlo bisogna acquisire delle nozioni di base essenziali.

Per sapere come guidare un drone dobbiamo partire dal presupposto che ci sono un insieme di azioni da compiere per due attività principali, ovvero pilotare un drone ed effettuare riprese o scatti fotografici. Si tratta in sintesi di una serie di comandi che si combinano tra loro in funzione dell’effetto desiderato, anche per le operazioni più articolate. Cerchiamo di conoscerne le basi essenziali, sarà poi più facile comporli a nostro piacimento.

Dove imparare come pilotare un drone

Il drone se sfugge al controllo può fare danni anche rilevanti, ecco perchè, sopratutto in una fase iniziale, conviene esercitarsi avendo alcune precauzioni. Ecco alcuni consigli su come guidare un drone in condizioni di massima sicurezza:

  • Verificare che il drone sia in ordine: eliche ben fissate, sensori attivi e luci funzionanti
  • Carica batteria (drone eradiocomando) sufficente in base al volo che si vuole effettuare
  • E’ consigliare montare i paraeliche
  • Scegliere una zona con ampi spazi di manovra, lontano da persone, animali e oggetti. Nello spazio aperto controllare la presena di cavi, tralicci e linee elettriche

Vediamo ora le regole base per imparare a come pilotare un drone.

Manovre base per imparare a come guidare un drone

  • Decollare / atterrare: E’ il primo esercizio da saper effettuare, tra il decollo e l’atterraggio è consigliabile anche provare a stabilizzarsi in quota (hover). La prima volta provate a pochi metri da terra
  • Muoversi lateralmente: Dalla posizione di stabilizzazione in quota, provare a spostarsi lateralmente (leva destra) o muovere il drone in varie direzioni (due leve contemporaneamente)
  • Rotazione a 360 °: Dicasi Yaw, si effettua facendo girare il drone a 360° per poi rimetterlo esattamente nella traiettoria originale. E’ consigliabile provare più volte in senso orario e antiorario
  • Disegnare una forma geometrica: Serve a migliorare la propria precisione e sensibilità agli spazi
  • Disegnare un cerchio: Richiede ancora più precisione di una altra forma geometrica.
  • L’otto: E’ un esercizio molto importante, spesso richiesto anche in ambito di esame per ottenere il patentino per droni. Consiste nel disegnare un vero e proprio otto a quota costante, utilizzando lo stick di destra

Queste sono le manovre base da imparare ad effettuare, per poi procedere a step successivi. A tal proposito consiglio la sezione Manuali per droni, per scegliere una guida pratica a cui riferirsi.

Quali tipi di droni ci sono

Droni con telecamera

Analizzando i 5 modelli DJI di droni con telecamera più venduti, rileviamo queste caratteristiche tecniche:

  • DJI Mavic Mini : Supporto motorizzato a tre assi con stabilizzatore. Ottica per foto da 12 MP e video QHD a 2,7K. Riprese e immagini molto nitide.
  • DJI Mavic 2 Zoom: Ottica con zoom ottico 2X con focale da 24 a 48 mm, equivalente a 35mm, sensore da 1/2,3″ e 12 mpx. Ideale per grandangoli e teleobiettivo che comprime la prospettiva. Permette di effettuare riprese e foto senza avvicinarsi troppo al soggetto.
  • DJI Mavic 2 Pro: Questa telecamera montata su un drone professionale ha qualità video HDR 4K a 10 bit con uno speciale componente che assicura colori più brillanti, oltre che l’opzione HyperLight particolarmente efficace in condizioni di scarsa luminosità. I video sono già pronti per essere proiettati su TV HLG senza necessità di alcun intervento.
DJI Mavic 2 Zoom con DJI Smart Controller - comprare un drone Migliori Offerte Online
DJI Mavic 2 Zoom con DJI,Smart Controller

L’unico drone con telecamera e zoom al momento ha una estensione di focale tutto sommato limitata, anche se permette sicuramente riprese a livelli decisamente diversa dai droni con telecamera a focale fissa.

Droni militari

Anche se agli utenti di oggi che cercano un drone professionale un drone con telecamera, potrebbe non interessare questa tipologia di droni. E’ invece interessante conoscere la storia dei droni militari. Durante la prima guerra mondiale vari Paesi si dedicarono allo sviluppo di un velivolo senza pilota, primi tra tutti la Francia.

Fu poi nella seconda guerra mondiale che crebbe l’interesse, viste le forti perdite di vite umane a causa di abbattimenti di aerei militari. I primi vennero usati nel Vietnam, mentre ai giorni odierni il loro utilizzo in ambito militare è diffusissimo.

I droni militari in gergo tecnico si chiamano UAS, che è l’acronimo di “Unmanned Air System” ovvero sistema di volo senza pilota. Gli UAS, sono molto utilizzati anche ai giorni nostri, all’interno di un sistema (UAV) che li comprende, oltre a prevedere i sistemi di collegamento, ponte radio ecc.

Droni professionali

I droni professionali vengono utilizzati sempre in maggiori ambiti, tra i quali l’agricoltura, l’edilizia, il turismo e la sicurezza. Ogni categoria richiede droni professionali che abbiamo specifiche caratteristiche in base al tipo di utilizzo.

DJI Phantom 4 PRO V2.0 radiocamando standard - droni professionali Migliori Offerte Online

I modelli più venduti, con un posizionamento prezzo molto interessante, ovvero tra i 1700 € e i 2000 €, sono il DJI Phantom 4 PRO V2.0 con radiocamando standard venduto a 1699 € e il DJI Phantom 4 PRO+  V2.0 con radiocomando con schermo 5.5″ 1080p venduto a a 1999 €. Esistono altri modelli che puoi vedere cliccando il bottone.

Droni economici

Comprare un drone oggi può richiedereanche poche decine di euro, ovviamente le prestazioni non sono paragonabili con droni professionali o droni DJI. Svolgono comunque funzioni base e possono essere un buon punto di partenza per i neofiti del settore.

I droni economici, sono spesso droni per bambini o droni usati, anche se ci sono prodotti di ottima qualità come ad esempio il EACHINE Drone con Telecamera, E58 Pieghevole Drone con WiFi FPV HD 720P.

Marche di droni

CI sono moltissime marche di droni, dalle più famose come DJI e Parrot, a marchi minori, fino a sottomarche cinesi per niente conosciute. Ovviamente dipende dalla disponiblità economica che si ha, ma in linea generale consiglio sempre di scegliere tra queste due marche, che peraltro offrono anche droni performanti a prezzi molto competitivi.

DJI

E’ la marca lead del mercato, diciamo la Apple dei droni, se volessimo fare un paragone. Offre in assortimento 12 diversi modelli di droni DJI, ognuno di essi con caratteristiche specifiche e con fasce prezzo che vanno dai 100 € ai 3000 € circa. I modelli più venduti sono quelli della fascia 400/500 € e della fascia 1000/1500 €. Le linee principali di droni DJI sono la Mavec Mini, i Mavic 2 nella versione Pro o Zoom, l’Air, il professionale Phantom 4 pro e infine il primissimo prezzo, il Tello.

Interessante il DJI Mavic Air 2 Drone Quadcopter UAV con Telecamera 48MP 4K, Video 1/2″, Sensore CMOS, Stabilizzatore 3 Assi, 34 min di Volo ActiveTrack 3.0, Grigio venduto a 833 € con spedizione gratuita.

Scopri di seguito tutta la gamma droni DJI

Parrot

Parrot è un marchio che opera in diversi segmenti del mondo dell’elettronica di consumo. I droni Parrot sono per l’azienda uns egmento importante che si pone con prezzi di vendita fino a 700 € circa. I modelli top seller sono:

Vedi di seguito la proposta di droni Parrot

Quanto costa un drone

Il costo drone dipende da tanti fattori, riporto di seguito i droni prezzi dei droni DJI di riferimento:

DJI Mavic 2 Pro black - drone Migliori Offerte Online
DJI Mavic 2 Pro black

Quanto costa un drone telecomandato

Ci sono i droni economici che partono da 15 € e li considero tali fino ai 100 €. La scelta è molto ampia, i più economici hanno il radiocomando senza visore, mentre subito sopra dai 30 € circa in su, si collegano al lo schermo del telefonino.

Quanto costa un drone con telecamera

Il più economico DJI costa scontato 89,90 €, mentre di listino costa 109 €. Si chiama DJI Tello by Ryze Tech. Poi a salire ce ne sono di tutti i prezzi, i più venduti sono nella fascia 399/499 €.

DJI Mavic Mini - drone con telecamera Migliori Offerte Online
DJI Mavic Mini

Quanto costa un drone professionale

Drone prezzo per un professionale, parte dai 1500/1700 € in su. Già a 2.000 € si acquistano buoni prodotti, come ad esempio i DJI Phantom 4 Pro nelle due versioni disponibili, con schermo standard o con maxi schermo da 5,5″

DJI Phantom 4 PRO con V2.0 radiocomando con schermo 5.5 - Drone professionale Migliori Offerte Online